L’agenzia di stampa Xinhua ha riportato lo scorso martedì il nuovo piano quinquennale del governo municipale di Pechino per la lotta all’inquinamento e per il miglioramento della qualità dell’aria, che prevede misure quali il taglio del consumo di carbone, la promozione delle energie pulite e la riduzione della produzione industriale ad alto tasso inquinante. Il piano, in linea con la circolare dello State Council sulla riduzione dell’inquinamento, prevede per il periodo 2013 – 2017 il taglio del consumo annuale di carbone di 13 milioni di tonnellate, in modo da arrivare ad un consumo annuo di dieci milioni di tonnellate entro il 2017 (contro i 23 milioni di tonnellate del 2012). Verrà anche ridotta la produzione di cemento a 4 milioni di tonnellate (con una riduzione di 6 milioni rispetto a quanto previsto dal dodicesimo piano quinquennale del 2111 – 2015). All’inizio di quest’anno le città cinesi del nord e dell’est sono state colpite da molti giorni di nebbia causata da inquinamento: ciò ha pertanto spinto le autorità competenti a prevedere piani più incisivi per il miglioramento della situazione. Il progetto della municipalità di Pechino prevede una riduzione, entro il 2017, di più del 30% delle emissioni causate da produzione di ferro e acciaio, cemento, di sostanze chimiche e petrolchimiche: sono previsti ben otto progetti distinti in tal senso, e le autorità vorranno coinvolgere in questi progetti sia i mass media che la popolazione locale, così come confermato dal Dottor Yu Juanhua, un funzionario del Beijing Municipal Environmental Protection Bureau. In contemporanea, Pechino promuoverà l’uso di energie pulite nei mezzi pubblici, come autobus, taxi e furgoni postali: entro il 2017 Pechino si doterà di 200.000 veicoli dotati di motori “ecologici”, ed il 65% della flotta di autobus utilizzerà energie pulite. Infine, si prevede la chiusura di 1.200 piccole imprese ad alto tasso inquinante che sono ad oggi attive nella produzione di materiali da costruzione, materiali chimici e nel mobilio entro il 2016.

Leave a reply