Il governo locale di Shanghai ha pubblicato un provvedimento amministrativo teso a regolare i tipi di investimenti stranieri nella nuova Shanghai Free Trade Zone. Il documento presenta ben 190 previsioni relative alla gestione degli investimenti internazionali, e una lista di tipologie di attività vietate o ristrette per gli investitori stranieri. Ogni tipo di investimento non incluso nella lista è pertanto permesso. La lista è molto estesa, e pertanto non risulta pratico inserirla all’interno del post: può essere visionata (in cinese) presso il sito del Governo di Shanghai.

Oltre a quanto sopra, la China Securities Regulatory Commission ha confermato che persone fisiche e giuridiche qualificate saranno autorizzate a investire in titoli e mercati dei futures sia domestici che internazionali, cos’ come previsto da appositi regolamenti. Inoltre, società investitrici di filiali costituite nella Shanghai Free Trade Zone saranno autorizzate ad emettere bonds in Chinese Yuan per il mercato domestico, e società di investimenti in borsa e in futures sono incoraggiate a costituire sussidiarie nella Free Trade Zone.

Infine, la China Insurance Regulatory Commission, in una replica alla proprio ufficio territoriale di Shanghai, ha confermato che investitori stranieri saranno autorizzati a costituire agenzie professionali di assicurazione sanitaria, e le società assicurative sono anzi incoraggiate a costituire filiali per svolgere attività di riassicurazione cross-border in Chinese Yuan. Inoltre, le autorità supportano la ricerca e la sperimentazione a Shanghai di meccanismi assicurativi in caso di disastri, incoraggiano le agenzie assicurative entro la Free Trade Zone a effettuare investimenti esteri, e supportano l’ampliamento di precedenti investimenti esteri sia nelle tipologie che nelle dimensioni. E’ qui da notare come alcune delle fattispecie sopra elencate verranno permesse, per il momento, solamente a titolo di progetto pilota.

1 Comments

Leave a reply