La Cina ha promulgato, lo scorso 27 agosto 2015, una circolare relativa all’accesso da parte di stranieri al mercato immobiliare.

In base a legislazione precedente, tesa a raffreddare il mercato immobiliare, investitori stranieri (tra cui anche soggetti con passaporto di Hong Kong, Macao e Taiwan) erano soggetti a speciali restrizioni nell’investire sul mercato immobiliare cinese, come, per esempio, limiti sul numero massimo di proprietà acquistabili, e scopo degli acquisto (i.e. per uso personale, oppure per investimento/rivendita, ecc.).

Detta circolare stabilisce invece che istituzioni qualificate estere e persone fisiche possono acquistare immobili in Cina senza restrizioni sul numero; è tuttavia specificato che, in caso di restrizioni poste in essere da autorità locali, tali restrizioni saranno efficaci anche nei confronti di investitori stranieri.

In aggiunta a quanto sopra, e contrariamente a previgente legislazione, società immobiliari a capitale straniero potranno avere accesso al credito (sia internamente alla Cina che dall’estero) ed a prestiti in valuta straniera anche senza che il proprio capitale sociale sia stato interamente versato.

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2015 ICL Consulting Limited

Leave a reply