La Corte Suprema del Popolo ha recentemente promulgato un’interpretazione autentica della legge cinese sui fallimenti.

La Judicial Interpretations to Bankruptcy Law (ii) è composta da 48 articoli che tendono a chiarire alcuni gli aspetti cardine della legge fallimentare, tra cui l’individuazione di quali beni dovranno essere considerati proprietà del fallito e quali dovranno essere esclusi (tra questi ultimi sono anche ricompresi i beni di cui il fallito è in possesso senza un effettivo trasferimento della proprietà e i beni inalienabili di proprietà dello Stato),  l’esercizio del diritto di revocazione, del diritto di restituzione, del diritto di compensare debiti con crediti, dell’azione di conservazione e delle modalità di sospensione della procedura fallimentare.

Sarà nostra cura pubblicare in seguito un’analisi più dettagliata di detta interpretazione autentica.

Leave a reply