Il Ministero del Commercio ha emanato una circolare relativa agli investimenti diretti in Chinese Yuan. La circolare ha chiarito che le società  capitale straniero non potranno utilizzare fondi di investimento diretti in RMB per investire, direttamente o indirettamente, in titoli negoziabili, in derivati finanziari o per  effettuare entrusted loans, salvo che per investimenti strategici in società quotate.  Questa circolare è efficace dal 1 gennaio 2014.

Leave a reply