In risposta all’avversa congiuntura economica, la Cina ha deciso di avviare una riforma del proprio diritto societario. Gli obbiettivi di tale riforma sono stati chiaramente delineati nel Programma di Riforme sul Meccanismo di Contribuzione del Capitale Sociale approvato dallo State Council il 7 febbraio 2014, e che include sostanzialmente una semplificazione degli iter ed oneri burocratici a carico degli investitori per la costituzione di una nuova società in Cina. Il Programma di Riforme ribadisce in maniera Chiara ed univoca tutti gli emendamenti che sono stati precedentemente apportati alla PRC Company Law, che entreranno in vigore il prossimo 1 marzo 2014 e che possiamo riassumere come segue:

  1. in base alle modifiche dell’art 23 comma 2 della nuova legge, unitamente all’abrogazione dell’art. 59, per la costituzione di una società a responsabilità limitata (sia unipersonale che con più soci) non sarà più obbligatorio attenersi ad un capitale sociale minimo (che, in precedenza, era stato fissato a 30.000 CNY per le società con più soci, ed a 100.000 Yuan per le società unipersonali);
  2. Una volta costituita, in base ai dettami dell’emendato Art. 7 della legge, la Business License della società a responsabilità limitata non riporterà più il capitale sociale versato: questo potrebbe significare che, qualora venga versato il capitale sociale in più soluzioni, non sarà necessario richiedere l’emissione di detta business license;
  3. Qualora si effettui un versamento del capitale sociale in più soluzioni, si può notare come l’Art. 26 della legge abbia cancellato l’obbligo di versamento iniziale del 20% del capitale sociale. In base alle nuove previsioni, si dovrà procedere al pagamento in base agli obblighi assunti nello statuto della società;
  4. E’ stato cancellato l’obbligo di versamento in contanti di almeno il 30% del capitale della società: ciò significa che, in teoria, si potrebbe contribuire anche al 100% in beni, diritti di proprietà intellettuale, ecc.;
  5. E’ stato anche cancellato l’obbligo del capital verification report per ogni versamento di capitale sociale.

Ovviamente detti emendamenti si applicano solamente a società non soggette a leggi o regolamenti speciali, e verificheremo se e come si applicheranno alle società ad investimento streniero. In aggiunta a quanto sopra esposto, il 1 marzo 2014 entrerà in vigore anche la Circolare per l’abrogazione dell’ispezione annuale delle società, approvata dalla State Administration for Industry and Commerce lo scorso 20 febbraio. Tale circolare sottolinea come dal primo marzo non sarà più necessario per società  responsabilità limitata, società per azioni, società straniere operanti in Cina, società di persine, ed altri enti aventi natura economica, sottoporsi all’ispezione annuale attualmente obbligatoria per tutti detti soggetti. Riteniamo che tale circolare, unitamente alle modifiche alla PRC Company Law, rappresenti il primo passo di quello che si pensa essere una nuova fase di riforme e semplificazioni del diritto societario in Cina. Ovviamente saremo attenti non solo a monitorare le novità legislative, ma anche la loro effettiva attuazione da parte delle pubbliche autorità, e Vi terremo prontamente informati di ogni sviluppo.

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2014 ICL Consulting Limited

Leave a reply